Pubblicato da: Paolo | 07/08/2019

Si accorge del Genius Loci solo chi sa che la natura è sacra

cascade-clouds-cool-wallpaper-210186

Photo by Pixabay from Pexels

In questo post vedremo come l’energia intelligente di un luogo (questo il significato di Genius Loci) possa guidarci alla scoperta dei luoghi ad alta energia, ma anche imparare a riconoscerlo dove viviamo o lavoriamo.

Qual è il significato di Genius Loci?

La concezione antica della natura era molto diversa da quella attuale. Cito da un mio post di qualche anno fa:

“ Gli antichi consideravano la natura alla stregua di un’entità vivente multidimensionale, estremamente variegata e multiforme, ma comunque riducibile a un principio unitario che la sovrasta e la sovrintendente allo stesso tempo (a seconda delle tradizioni chiamataprâna, Chi, anima mundi…). Se per il vulgus essa era esperibile unicamente a livello sensoriale (come lo è anche per il vulgus attuale), dagli iniziati era invece intensamente vissuta attraverso i sensi sottili del sacro, con intuizioni, visioni, il sogno e l’uso del senso di analogia che permetteva di trovare corrispondenze tra ciò che si osserva tutto intorno (“in alto”) e all’interno di sé (“in basso”)

[dal post Il solstizio nel tempo sacro naturale]

L’idea del Genius loci va di pari passo con questa concezione della natura come un gigantesco essere vivente di cui noi costituiamo una parte interagente con tutto il resto.

Ma ecco la definizione:

Il Genius Loci è un’antica espressione latina con la quale si indica uno spirito che sovrintende un luogo conferendogli una particolare qualità energetica.

Presso gli antichi il Genius Loci era una funzione fondamentale nell’energia di un luogo. Il retore latino Servio (IV sec. d.C.) lo accomuna a gli dèi Lari, gli spiriti degli antenati della famiglia presenti all’interno della casa che danno protezione e consiglio.

Ne potete sapere di più consultando la pregevole pubblicazione di Francesco Bevilacqua, alla cui lettura questo post è in parte ispirato.

La parola Genius ha un qualche equivalente con il daimon greco [se nonne avete mai sentito parlare vi consiglio questo video], inteso come forza ispiratrice degli esseri umani e, in particolare in questo caso, dei luoghi.

Essendo il concetto di Genius Loci scomparso dalla cultura attuale, lo possiamo accomunare alla atmosferadi un luogo, quella indefinibile qualità che, a seconda dei casi, rende speciale o sgradevole un posto.

Molti di noi in realtà lo percepiscono come una presenza vivente…magari anche voi che state leggendo! Ma come possiamo fare per essere sicuri che siamo in contatto con lui?

Dominare o ascoltare  la natura

A seconda del nostro rapporto con la natura, e in particolare con un ambiente che frequentiamo, saremo più o meno in grado di percepire il Genius Loci.

Catharine Adelaide Sparkes - Orpheus and Euridice - (MeisterDrucke-334430)

Catharina Adelaide Sparkes – Orfeo e Euridice

Nel rapporto con casa nostra ci sentiamo più ascoltatori rispettosi baldi conquistatori?

Siamo più Orfeo o più Prometeo?

Nel primo caso saremo sin da subito alleati del Genio del Luogo, in grado di porci in ascolto e in osservazione dei molti segnali che l’ambiente ci comunica. Cercheremo di capire se la scelta delle stanze o degli arredi è confacente all’uso che ne facciamo e saremo a disposizione per eventuali cambiamenti.

A volte, all’inizio di una nuova avventura abitativa (dopo un trasferimento o terminata la costruzione della nostra casa) capita di partire da una sensazione iniziale non troppo gradevole. Se, facendo le giuste azioni, riusciamo a trasformare il nostro vissuto in un senso di benessere e di armonia, allora sapremo di aver ascoltato il Genius Loci.

In effetti forse conoscete delle persone che amano a tal punto la loro casa da descriverla come se fosse un figlio, un essere vivente per il quale hanno una vera e propria devozione. Se li andate a trovare potreste sperimentare anche voi una sensazione di grande armonia.

E’ un po’ come quando osservando i fiori o gli ortaggi di una persona che ha il pollice verde, oltre a rimanere stupiti per le sue creazioni, percepiamo l’unitarietà tra queste ultime e il suo “creatore”.

Ecco qua: il Genius Loci viene riconosciuto e onorato soprattutto da chi ha il “pollice verde” per l’energia della propria casa!

Celebrare l‘ego al posto del Genius Loci

prometeo-1

Prometeo – Friedrich Heinrich Füger, 1817 (Neue Galerie, Kassel, Germania)

D’altro canto, se ci riteniamo i soli padroni del nostro spazio, attribuiremo solo a noi stessi gli esclusivi meriti di ciò che la casa ci offre in termini di qualità abitativa; un eventuale senso di disagio e di “scomodità” sarà ricondotto ai motivi più disparati di ordine esteriore (i limiti architettonici della casa, i materiali che non abbiamo potuto scegliere…). Ma, sicuramente, finché non riserveremo allo spirito della casa le giuste attenzioni, e quindi non ci porremo in modo armonico, questa cattiva sensazione non se ne andrà facilmente.

In questi tempi prometeiciè sicuramente più frequente assistere alla celebrazione dell’ego dell’architetto piuttosto che all’edificazione di un positivo tributo al Genius Loci.

Gli dei scacciati ritornano come malattie

Genius-loci

Come insegna James Hillman, tutte le discussioni intorno a questi temi in fondo si risolvono nel fatto se crediamo che esista un ordine nascosto e che il nostro scopo ultimo possa essere quello armonizzarci ad esso.

Nel consigliarti di individuare e di onorare il Genius Loci non intendo di certo  spingerti a aderire a una sorta di nuova religione, o a un culto idolatrico.

Puoi considerare il Genius Loci anche solo come l’insieme delle energie e delle memorie energetiche che caratterizzano un luogo, con il quale puoi avere a che fare anche senza il tuo esplicito consenso! Per potervi interagire occorre sapersi mettere in ascolto, cosa non facile ma sempre possibile.

Ma che cosa succede se non sacralizziamo la Natura?

La conseguenza dell’allontanarci da un senso di sacro nella natura è che le sue energie e le sue forze (codificate dalle figure che troviamo ad esempio nella mitologia greca), bussano sempre e comunque alla nostra “porta”.

Intendiamo tutto questo dal punto di vista energetico.
Ciò che gli antichi vedevano come divinità (in occidente come daimones, non necessariamente in un’accezione negativa, come saranno poi considerati i demoni nella teologia cristiana), noi contemporanei li chiamiamo disturbi psichici: le nevrosi, le ossessioni, le fobie, fino alle psicosi.

vastu-purusha-vastubible
Nel Vastu, la tradizione millenaria indiana, si dice che ogni direzione nello spazio del Vastu Purusha Mandala (il Genius Loci indiano) sia associata a una divinità, che si fanno sentire se l’architetto non rispetta le loro qualità energetiche, come recita un antico testo:

“Il saggio deve evitare di tormentare le membra del Vastu Pusrusha Mandala con le membra della casa, altrimenti dolori infiniti ricadranno sulle membra del padrone della casa”

James Hillman ci dice che gli dei scacciati dall’uomo contemporaneo ritornano sottoforma di malattie.

In questa sede diremo che le energie di un luogo possono incentivare in noi determinati stati d’animo e disfunzioni a vario livello: del resto, questo è ciò che sperimentano molte persone in ambienti di lavoro mal progettati o mal eseguiti, per non parlare dei luoghi che dal punto di vista energetico presentano inquinamenti e problemi a tutti i livelli.
A questi risultati conducono la riduzione dell’architettura a utilitarismo  e la deportazione delle persone

Che fare dunque ?

Copertina La mia Guida ai luoghi ad alta energia Blog-Curiamo-la-nostra Atlantide l
Nella mia pratica ed esperienza so che qualcosa è sempre possibile fare per migliorare la situazione. Occorre conoscere il proprio ambiente e provvedere a ciò che è necessario. La radioestesia, che nasce dalla rabdomanzia, come tecnica di ascolto e di collegamento con le energie dell’acqua e anche del sottosuolo, è una delle principali che utilizzo, ma non è l’unica.

Di questi argomenti , e in particolare delle energie dei luoghi alti , ne tratto nella mia Guida ai luoghi ad alta energia, che spedisco gratuitamente a chi ne fa richiesta scrivendomi a blogca@hotmail.it  Vedi qui per maggiori informazioni .

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: