Pubblicato da: Paolo | 20/04/2017

Avere coscienza delle energie di un luogo

S Francesco l

La statua di S. Francesco che medita (foto dell’autore)

Nei luoghi ad alta energia si possono sperimentare particolari stati di coscienza e modificazioni della propria fisiologia. Vediamo come questo può accadere.

Cattedrale di Chartres

La cattedrale di Chartres (vista nord)

In alcuni post precedenti ho cercato di evidenziare come nei luoghi ad alta energia, ma soprattutto in quelli sacri, grazie alla capacità di trasmutazione delle loro energie, si può sperimentatore una certa azione di pulizia del proprio campo energetico.
Nel post Trasmutare l’energia, a cui rimando  il lettore desideroso di approfondimenti, ho definito gli ordini dell’energia sottile e descritto le proprietà purificatrici dell’Onda di Chartres, oltre ad alcuni aspetti dell’omonima cattedrale. Ho anche spiegato che cos’è il famoso Verde Negativo e il fatto che non è sempre e solo…negativo, ossia peggiorativo per chi lo sperimenta.
In molti in altri luoghi è facilmente evidenziabile il loro potere di influenzare il sistema energetico umano, fino ai piani più densi, come accade in taluni monumenti sacri antichi, ad esempio le Tombe dei Giganti.

Nel post Sperimenti beatitudine o disagio nei luoghi sacri? ho parlato degli effetti dell’energia di certi luoghi potenti che troviamo in luoghi come la Collegiata dei santi Pietro e Orso a Aosta, avvertibili anche al livello del corpo fisico.

Ma la domanda è: come fanno questi luoghi a influenzare alcune delle funzioni fisiologiche dell’essere umano?
Vediamo come gli studi sulla neurologia umana possano aiutarci a comprendere la risposta.

Onde cerebrali, stati di coscienza e chakra

L’elettroencefalogramma (EEG) è quella particolare tecnica con la quale si può misurare la frequenza (espressa in cicli al secondo, o Hertz) delle onde elettromagnetiche prodotte dal nostro cervello. Si è scoperto che si possono far corrispondere agli intervalli di frequenza delle onde prodotte differenti stati di coscienza.

Le onde Beta, che hanno frequenza uguale maggiore di 12 Hz, sono prodotte nello stato di veglia “normale”, ossia in condizioni di normale attività e grado di vigilanza. Quando un soggetto è in questo stato di coscienza, diremo che “è in stato Beta“.
Vengono prodotte invece le onde Alfa, di frequenza Tra i 12 e gli 8 Hertz,  in stato di rilassatezza, mentre le Theta (tra 4 e 8 Hertz]) si manifestano durante la meditazione. Alle onde Delta, infine, si associa una condizione di meditazione e del sonno profondi.

Sperimentazioni costituite da test sulle energie del biocampo umano, unitamente ad analisi con l’EEG,  hanno mostrato che nel corpo energetico dell’essere umano, in ciascuno di questi stati di coscienza, si possono osservare diversi stati di attivazione o di inibizione dei chakra. Le informazioni che seguono sono tratte dal saggio Anatomia Sottile di Roberto Zamperini (per altre informazioni sui libri di Zamperini sul post Recensioni bibliografiche: energia e tecniche energetiche).

Concretamente in stato Beta è attivo il Chakra Ajna (quello che corrisponde anatomicamente al punto tra le sopracciglia), mentre in stato Alfa si attiva il Chakra Frontale; in Theta abbiamo una maggiore attività dei chakra superiori (quelli dal cardiaco in su) e in Delta si nota l’attivazione del chakra perineale e del coronale anteriore.

Quindi, riassumendo: stimolando i chakra si possono indurre gli stati di coscienza.

Luoghi ad alta energia e stati di coscienza

eeg gruppo di meditatori

I tracciati di un gruppo di meditatori mostrano sorprendenti somiglianze tra loro

Quindi, mettendo assieme tutte queste informazioni, il concetto è questo:  stimolando nell’uomo determinate strutture energetiche come i chakra, si possono indurre più facilmente gli stati di coscienza di cui sopra, che a loro volta sono collegati a modificazioni della fisiologia.

Al variare dello stato di coscienza si verificano infatti modificazioni dei parametri fisiologici (temperatura corporea, pressione sanguigna, composizione del mix ormonale, diverso funzionamento degli organi ed altro ancora).

Passando da stato Beta a stato Alfa, per esempio, i ritmi cardiaco e respiratorio tendono ad abbassarsi.

E’ noto che in molti luoghi ad alta energia molti soggetti sperimentano sensazioni diverse o addirittura opposte, a seconda delle proprie condizioni psicofisiche e dal proprio grado di sviluppo energetico ed evolutivo.

Nel caso in cui le energie del luogo vadano a stimolare i propri blocchi energetici o provochino il rilascio di energie congeste, il soggetto può sperimentare una sorta di irrequietezza che può sconfinare in vera e propria ansia. Oppure, nel caso in cui le energie promuovano una centratura e un riequilibrio tra la propria parte cosmica e quella tellurica, si può provare un senso di accresciuta forza interiore, di pace e di piacevole armonia,

Géometries Sacrées

La copertina del libro  Géométries sacréesdi Stéphane Cardinaux

I luoghi ad alta energia hanno la capacità di indurre modificazioni a livello del sistema energetico umano; di questo se ne è occupato Stéphane Cardinaux, autore di una sperimentazione estremamente estesa e approfondita (vedi qui per il suo volume sui luoghi ad alta energia e qui per il libro sulle sperimentazioni sul sistema energetico umano).

E’ quindi chiaro che la stimolazione energetica indotta dai luoghi alti può determinare modificazioni nello stato di coscienza e quelle fisiologiche che vi sono associate.

Ecco una visione chiara e semplice del meccanismo di azione dei luoghi ad alta energia.

Attenzione a come andiamo nei luoghi ad alta energia

Conoscendo le caratteristiche e le energie operanti di un determinato luogo (Tramite lo studio, la pratica e la sperimentazione nel tempo) si può arrivare a scegliere di visitare un determinato luogo  a seconda del tipo di modificazione energetica che si vuole ottenere.

Da questo deriva anche una certa attenzione che occorre porre nel momento in cui ci poniamo “aperti” nei confronti di un luogo oppure di un altro, specialmente se abbiamo una certa sensibilità alle energie degli ambienti. Essere superficiali può costare qualche brutto quarto d’ora trascorso con un sintomo acuto, spesso mi è capitato di “soccorrere” persone in difficoltà proprio a causa della non conoscenza di questi meccanismi.

Un conto è dare un’occhiata superficiale a un luogo, un altro è porsi in condizioni di apprendimento e di sperimentazione dell’energia di una cripta o di un’antica chiesa di mille anni fa senza sapere quello che si sta facendo!

Se qualcuno dei lettori vuole condividere la sua personale esperienza in determinati luoghi, può farlo sotto forma di commento a questo post, che sarò lieto di pubblicare.

Annunci

Responses

  1. Nell’articolo pubblicato su Liberamenteservo.it ho raccontato la mia esperienza dove ho provato per la prima volta quello che la Donna sente durante il travaglio di parto e lo trovate al seguente link: https://www.liberamenteservo.it/modules.php?name=News&file=print&sid=1515
    In breve, volevo solo aggiungere che oltre alle esperienze, emozioni e visioni che una persona può avere quando é esposto su una sorgente o ambiente molto carico di energia positiva, può anche rivivere emozioni e sensazioni se quella pietra ( come nel caso della pietra sopra Lerici (La Spezia) descritta nell’articolo) era usata dalla donna per provare le sensazioni durante il travaglio di parto. Lo shamano modificava con tecniche, che attualmente sto studiando, la frequenza vibratoria delle rocce per simulare un determinato stato o situazione. Quindi alcuni effetti possono essere dovuti non solo alla alta o scarsa energia globale che quella pietra può dare, ma anche a quella funzione “virtuale” data nel tempo al preciso scopo di preparare la persona alle future esperienze della vita ( famiglia, parto,ecc) Ogni sito archeologico per i matrimoni dove si preparavano i futuri sposi ha un’area meditativa e una “virtuale”.

    Mi piace

  2. Non ho capacità radioestesiche, ma trovo sempre molto “intense” le visite alla Cappella del Sacro Monte di Crea. La conosci? Hai mai fatto dei rilievi lì?
    Ciao, D. (questo è il mio primo commento, ma seguo il sito e la parte sui luoghi ad alta energia da un paio di anni).

    Mi piace

    • Ciao D., grazie per il tuo commento!
      il Sacro Monte di Crea l’ho visitato nell’ottobre 2010, e ho trovato molte energie di elevato ordine, e sensazioni molto intense in vicinanza del santuario. La quantità di ex-voto rivela la natura di luogo ad alta energia di questo intenso punto energetico della provincia. Continua a seguirmi sul blog, arriveranno altri post sui luoghi e le loro proprietà!

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: