Pubblicato da: Paolo | 27/11/2016

Favolare il mondo

favolare-il-mondo

In questo post vi parlo di un libro del tutto eccezionale, scritto da una “mamma normale”, come l’autrice, Alessandra Corno ama definirsi. Favolare il mondo coinvolge bambini e adulti in una scoperta del sé divertente ed entusiasmante. Il 2 dicembre prossimo alle 20:45 il libro sarà presentato a Variney (Gignod, AO)

Iniziazione, esperienza e sapienza guadagnata sul campo della vita

Alessandra Corno, diplomata in naturopatia presso l’Accademia Tesla di Aosta nel 2015, è anche operatrice di Dien Chan, una tecnica di riflessologia che considera il volto umano una mappa energetica di tutto il corpo.

L’approccio olistico di Alessandra è evidente leggendo il libro, che nasce dalla sua tesi discussa un anno fa. In Cal il Calabrone si vede l’approccio tipico di chi sa, avendone conoscenza ed esperienza, che la realtà sensoriale è un prodotto della coscienza, libera dalle categorie di spazio e di tempo.

Il libro è composto da dodici fiabe, ognuna delle quali apre con una frase, una riflessione o una citazione, che dà il “la” a quello che poi avviene dopo: il racconto della fiaba, e poi la libera associazione che si può esprimere con un disegno, ma anche provando a sperimentarsi nell’esercizio o seguendo gli spunti che l’autrice dà al lettore.

E’ un libro che contiene tanta sapienza, ma anche tanto cuore: sinceramente leggendo la prefazione (rigorosamente vietata ai bimbi, come ci avverte un simpatico divieto!), mi sono commosso per quelle parole semplici ma piene di sincerità che sgorga dal profondo, che raccontano di una vita vissuta pienamente e di tanta saggezza acquisita negli anni.

Favolare il mondo nasce dall’esperienza di mamma, laddove la gravidanza e la nascita di un bimbo rappresenta per una donna una delle iniziazioni più forti e importanti e contemporaneamente una delle più sconvolgenti esperienze di “annullo di sé”, come lei stessa forse direbbe. Nella prefazione Alessandra si definisce “un’esploratrice alla scoperta del mio vero essere, una donna nuova, una mamma con tanto ancora da imparare ma che ce la sta mettendo tutta per diventare una mamma migliore“.

Conquistare la felicità

Lo scopo dichiarato di chi legge questo libro è “conquistare la felicità” ma “vince chi lascia libera la fantasia“. Per Alessandra probabilmente quest’opera ha significato la celebrazione di un percorso che, dal buio di esperienze personali molto toccanti (“uno di quei momenti che prima o poi viviamo tutti. Quei periodi in cui ci domandiamo ‘ma perché questa cosa è successa?’ e poi senza una risposta ne accadono un’altra e un’altra ancora e vien difficile capire perché la vita ci ha riservato questo trattamento…”) l’ha fatta ritornare ad avere “un sorriso da regalare ai suoi bimbi” illuminato dalla propria maestria interiore, duramente guadagnata attraversando il dolore e non cercando di allontanarlo da sé o addirittura reprimendolo.

In questo la favola Toenga e il vento, che tra l’altro mia figlia ha apprezzato moltissimo (mi chiede di raccontargliela ancora e ancora!) insegna la via dell’accettazione delle proprie emozioni raccontando di un ragazzino coraggioso che, volendo andare oltre i limiti protettivi che gli sono stati imposti dai grandi, si scontra addirittura con la furia degli elementi naturali! Questo libro propone ai bambini (e agli adulti che leggono loro la storia) un percorso attraverso il mistero della nascita, l’osservazione di se stessi e della realtà in cui si vive, che può essere molto simbolica.

il-calciatore

Trovo che La partita di pallone sia una bellissima descrizione, adatta anche ai più piccoli, della meravigliosa sinergia tra gli organi e tutti i sistemi dell’organismo umano.

Per i bimbi che già conoscono i numeri, e ne sono affascinati, segnalo la storia di Lia e Santina, per giocare con i propri numeri di nascita! A chi ama i colori, Ragnatele colorate racconterà, attraverso le avventure del ragno Cromo, come i colori possono contribuire al cambiamento dell’umore e a mettere ordine nel proprio scompiglio interiore…

Saggezza

A volte non comprendiamo gli eventi della vita. Accadono, li subiamo passivamente o al contrario attivamente li contrastiamo. In realtà accadono perché devono accadere. Bisogna solo aver la pazienza di aspettare che il disegno prenda forma.

A proposito di disegni, che si presentano improvvisi e dolorosi, senza un perché, che deve ancora prendere forma, questa opera entrerà a far parte di un progetto di solidarietà promosso dalla Biblioteca di Gignod e dall’Associazione Amici della Biblioteca di Gignod che ha lo scopo di far passare un bel Natale ai bimbi nelle località italiane del centro Italia colpite dai due recenti sismi. Una parte di quanto incassato nelle serate di presentazione (clicca qui per quella del 2 dicembre prossimo) dell’opera verrà infatti devoluto in beneficenza…un piccolo contributo per far volare il mondo di chi un mondo teme di averlo perso.

Nonostante la portata e l’originalità di questo suo primo lavoro, Alessandra ci tiene a definirsi “una mamma normale che sbaglia ma ha imparato a chiedere scusa, che dice le parolacce anche se sa che non si devono dire, che per qualcuno non sarà mai una mamma secondo le regole…ma una donna che ce la mette tutta per essere una buona mamma”. Chi la conosce sa che è proprio la sua descrizione!

In conclusione accolgo volentieri e mi unisco all’augurio di Alessandra:

Hai un solo progetto da realizzare in tutta una vita, un solo traguardo da raggiungere: quello di sentirti felice!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Leggenda o Realtà

Svegliamoci! Non limitiamoci a sentire, Iniziamo a comprendere cosa ci accade intorno...

Crazy Alice in Wonderland

"Il segreto, Alice, è circondarsi di persone che ti facciano sorridere il cuore. È allora, solo allora, che troverai il Paese delle Meraviglie..." (cit.)

Fisica della coscienza

Uno e Uno –fa Uno- Il Due –che smetta di essere usato- Va bene giusto per le scuole-

agoresblog

Ogni pensiero è libertà

MariannaMaior

Sii chi veramente sei

Spirito e Profumi

L'incenso come guida alla scoperta di sé...STAY INCENSED!

Zehsod

Appunti e pensieri sulla Qabalah, la geometria sacra e molto altro

Centro Studi Bruttium

Associazione di Volontariato Culturale ONLUS

KeL

Kabbale en Ligne v.6

MONTEZAGA

Tra amor sacro e amor profano alla ricerca della verità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: