Pubblicato da: Paolo | 19/09/2013

L’acqua, vivente matrice della vita

Ciao a tutti. A poco meno di quindici giorni dal Convegno Aqua, scienza, poesia e filosofia a confronto che si terrà sabato 5 ottobre al Forte di Bard (AO), in cui interverranno anche lo scienziato giapponese Masaru Emoto, il filosofo della scienza Ervin Laszlo e molti altri, volevo parlarvi di alcune caratteristiche che rendono la molecola più diffusa sul nostro pianeta davvero unica, da molti punti di vista.

L’acqua dal punto di vista fisico

struttura-molecola-acqua

 

 

 

 

 

 

La molecola dell’acqua è costituita da due molecole di idrogeno unite a una di ossigeno (legame idrogeno). Il legame forma un angolo di 104 gradi, e la molecola risulta altamente polarizzata, dato che le due cariche positive dell’idrogeno sono da un lato rispetto all’atomo di ossigeno, negativo. Questa configurazione obbliga la molecola a orientarsi se immessa in un campo elettrico. Lungi dal dire che si tratti di un fenomeno per forza negativo, questo comportamento dovrebbe farci riflettere quando pensiamo all’interazione tra il prezioso liquido (di cui le nostre cellule sono ripiene) e i campi elettromagnetici, specialmente quelli artificiali, sempre più diffusi.    La visione classica prevede che la molecola acquosa possa interagire con altre molecole (di acqua e non) soltanto attraverso le forze elettrostatiche che si sviluppano tra cariche elettriche, forze che operano a breve distanza: repulsive, tra cariche uguali, e attrattive, tra cariche opposte. Una visione che si sta facendo sempre più strada è quella che prende in considerazione, oltre alle suddette interazioni, anche altri tipi di legami tra molecole, che agiscono ben oltre le corte distanze dei legami elettrostatici.

Oltre il vecchio paradigma riduzionista

Un ramo della fisica quantistica, l’Elettrodinamica quantistica, descrive la capacità dell’acqua di organizzarsi in gruppi omogenei, chiamati domini di coerenza o cluster (in inglese “ammassi”). Nei domìni di coerenza (della dimensione di pochi decimi di milionesimo di millimetro), milioni di molecole H2O si radunano con la capacità di oscillare tutte insieme (in fase) con un campo elettromagnetico. Tra un cluster e l’altro l’acqua circola sotto forma di struttura non coerente. Il modello che ne risulta, ai due fluidi, è in grado di spiegare molti risultati sperimentali di cui vi parlerò in futuro, alla ripresa della serie di post Evidenze Sperimentali.

La sacralità della geometria molecolare

tetrahedron

 

 

 

 

In particolare i cluster hanno la tendenza a strutturarsi sottoforma di tetraedri, figure solide che appartengono al gruppo dei solidi platonici. Sono così chiamati i solidi che hanno le seguenti caratteristiche:

  • Hanno tutte le facce uguali
  • Hanno tutti i lati uguali
  • Hanno tutti gli angoli tra le facce uguali
  • Sono inscrivibili in una sfera, ossia tutti gli spigoli toccano la superficie interna di quest’ultima.

35_1 Passando dalla nuova fisica alle discipline che si occupano dell’energia sottile, è noto che i solidi platonici hanno spiccate proprietà: generano campi di energia ad alta coerenza sottile, ossia che è in grado di portare ordine ed equilibrio. In altre parole: sono geometrie che riescono a convivere molto bene con la materia vivente, facilitando negli esseri viventi, e in particolare nell’uomo, un miglior funzionamento su tutti i piani, da quello fisico a quello spirituale. Gli antichi già conoscevano questa relazione tra geometria e vita e per loro la Geometria era scienza sacra: Geometria Sacra, appunto.

Due esempi

Le prime quattro cellule dell’embrione si organizzano secondo una disposizione tetraedrica, e il campo di energia esteso attorno all’essere umano avrebbe l’aspetto di un doppio tetraedro stellato: la Merkabah, o Carro Celeste, veicolo o tramite tra l’uomo e i piani di realtà più elevati. Tornando alla fisica, i cluster dell’acqua potrebbero risuonare con una certa facilità con campi elettromagnetici di bassissima intensità (ma non secondo un meccanismo di tipo termico) e memorizzare informazioni che quest’ultimo può veicolare. Sono noti gli esperimenti del prof. Luc Montagnier, sul DNA fantasma, in cui si dimostra che il DNA è in grado di imprimere la propria immagine energetica nell’acqua emettendo un debolissimo campo elettromagnetico che sarebbe in grado di informare l’acqua stessa. Forse l’azione sottile e misteriosa del DNA, i cui effetti però sono misurabili sperimentalmente, è alla base della capacità che ha l’essere umano di influenzare l’acqua e di renderla anche un fluido che porta guarigione a diversi livelli: l’acqua sacralizzata dalla preghiera. emoto Il giapponese Emoto ha dimostrato come le proprietà fisiche dell’acqua di cristallizzare secondo schemi di diverso ordine (o, per usare un termine ricorrente in questo post, coerenza), dipendono dal tipo di emozione e di intenzione, oltre che dalla parola usata nei confronti dell’acqua. Aggiungiamo a questo, per chiudere il cerchio, che secondo alcuni ricercatori russi il DNA umano ha delle strutture che lo rendono assolutamente simile a un linguaggio… quindi utilizzare la parola, prodotto del linguaggio, in presenza dell’acqua, significa far risuonare al massimo livello il potere che è nel DNA di imprimere la propria informazione vitale nell’acqua? Non so voi, ma quando assisto a un battesimo o vedo un sacerdote che, nel rituale delle acque, benedice dell’acqua, non riesco più a pensare che si tratti solo di un gesto simbolico… e che dire della presenza di acqua nel sottosuolo di tutte le chiese ad alta energia? Cosa succede a quell’acqua quando si celebra un rituale all’interno dell’edificio sacro, collegato con le energie della terra e dell’intero cosmo?

Materia per riflettere molto a lungo…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Sonia Germani Zamperini's Blog

Se l’uomo invece di avere cinque sensi, ne avesse un altro: il palming, il suo modello di realtà e la sua stessa coscienza cambierebbe (SGZ)

Leggenda o Realtà

Svegliamoci! Non limitiamoci a sentire, Iniziamo a comprendere cosa ci accade intorno...

Crazy Alice in Wonderland

"Il segreto, Alice, è circondarsi di persone che ti facciano sorridere il cuore. È allora, solo allora, che troverai il Paese delle Meraviglie..." (cit.)

Fisica della coscienza

Uno e Uno –fa Uno- Il Due –che smetta di essere usato- Va bene giusto per le scuole-

agoresblog

Ogni pensiero è libertà

MariannaMaior

Sii chi veramente sei

Spirito e Profumi

L'incenso come guida alla scoperta di sé...STAY INCENSED!

Zehsod

Appunti e pensieri sulla Qabalah, la geometria sacra e molto altro

Centro Studi Bruttium

Associazione di Volontariato Culturale ONLUS

KeL

Kabbale en Ligne v.6

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: