Pubblicato da: Paolo | 07/01/2013

Tria sunt

Da dove nascono le idee?…

“E’ solo quando contempli il risultato di un processo

nel quale tutti stanno raccogliendo la loro parte,

che puoi dichiararti veramente soddisfatto,

e sai nel Cuore di aver agito per il meglio”

Da dove nascono le idee?

Ci vengono in mente almeno due risposte: dal basso (dalla terra) o dall’alto ( dal cielo). Entrambe appartengono alla nostra sfera d’esistenza, ma la nostra attenzione cosciente spesso non risuona, soprattutto con la prima.

Questa mancata risonanza può avere effetti più gravi di quanto ci si possa immaginare: non considerando un aspetto o polarità, infatti, i risultati finiscono per rimanere zoppi e non riescono, per loro natura, ad arrivare molto “lontano” o peggio ci illudono, spingendo noi gocce a deviare dal corso d’acqua corretto (1).

Questi contributi, invece, vogliono essere un più raro esempio di unione di tutte e tre le forze, che naturalmente creano l’esistente e possono perciò plasmare la vita.

Sei mani e tre menti hanno lavorato per far nascere questa collaborazione. Essa possiede in sé tutte le tre polarità e attinge sia alle ispirazioni terrene che a quelle celesti. Contempla in sé, fin dal suo concepimento, un duplice scopo: dare l’imprintingai contributi che verranno in seguito (espressione dello yin) e tracciare un sentiero davanti a sé, al quale si accorderanno come note su uno spartito musicale (espressione dello yang). Quanto alla terza forza, per sua natura non può essere polarizzata, quindi è meno visibile, ma ha il compito di armonizzare le spinte.

Perciò i contributi che leggerete sono i primi frutti del lungo camminare solitario di ognuna delle tre forze, che nel lavoro si costruiscono e si preparano al confronto e alla prova.

E’ un incontro vivo di forze, di mani, di cervelli, di ispirazioni e non può rimanere nascosto. Quindi ne condividiamo volentieri i risultati, ringraziando quelli tra voi che vorranno regalarci la pazienza di leggerli.

Paolo, Francesco, Carlo.

(1) Gurdjieff, I racconti di Belzebù a suo nipote, Neri Pozza, Milano, 2010,  pagg. 1016 e seguenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: