Pubblicato da: Paolo | 24/08/2012

La banda di energia del Santuario di Machaby

Il santuario di Machaby (agosto 2012)

Ciao a tutti!

Con il persistere della bella stagione tutti riscopriamo il piacere di una passeggiata nella natura, magari alla scoperta di un luogo dalle energie particolari.

Il santuario di Machaby si raggiunge facilmente dall’abitato di Arnad (uscita casello auostradale di Verres), seguendo le indicazioni che portano attraverso una bella stradina nel bosco, a un parcheggio, dal quale si raggiunge il luogo con una passeggiata di una ventina di minuti (fig.1) .

Fig. 1 – la stradina che porta al santuario.

Il mio primo incontro con questo luogo risale alla primavera dell’anno scorso, esattamente nel giorno di Pasquetta (25 aprile 2011).

Il tasso vibratorio risultava quattro volte il mio (non sto a riportare le misure in unità Bovis o altro), il risultato, a fine sessione, è stato di una notevole ricarica del mio sistema energetico, stessa sensazione avevano anche le persone che erano con me.

La banda di energia all’esterno

Testando con le mani l’energia all’esterno del santuario, ho potuto rendermi conto dell’esistenza di una banda di energia che fuoriesce in qualche modo all’esterno del’edificio (e presumibilmente entra anche all’interno, vedi più avanti). Sia io che mia moglie ce ne siamo resi conto, l’analisi con mezzi radiestesici conferma questa impressione del resto molto “fisica”. La banda si percepisce a partire dal lato sinistro della facciata della chiesa, dove è presente un rapporto tra energie celeste e tellurica, o rapporto cosmo-tellurico (RCT) di 12/12 e un tasso vibratorio molto elevato, in grado di ampliare del doppio, fino al triplo, l’aura eterica di un soggetto medio.  Sempre procedendo da sinistra a destra, come vedete fare il sottoscritto nella fig. 2, si percepisce nettamente la parte più energetica della banda a partire dalla seconda coppia di colonne (praticamente dove sono posizionato, sempre in fig. 2), fino al lato sinistro del portone seicentesco. Si avverte poi un brusco calo a partire dalla terza coppia di colonne, fino alla fine della facciata. Qui il rapporto cosmo-tellurico, misurato con il solito pendolino, mi risulta di soli 8/9, sempre equilibrato dunque, ma meno intenso.

A riprova della bontà delle nostre misurazioni, si noti anche nella foto in alto, il diverso grado di sviluppo delle piante ornamentali che sono state sistemate davanti alla chiesa.

Una frequenza di connessione spirituale

L’onda di forma presente in tutta la banda risulta essere l’Ultravioletto in fase magnetica, un’energia che nella tradizione esoterica rappresenta la connessione con l’angelo custode, simbolo del nostro sé superiore che ci guida e protegge. E’ attraverso questo centro che comprendiamo il lato spirituale dell’esistenza e riusciamo a viverlo. Sintonizzandoci su questa frequenza possiamo addirittura percepire il Sole come qualcosa che va anche oltre all’apparenza fisica (Inayat Tal, Unveiling Machu Picchu, 2006). Personalmente testo spesso questa frequenza su di me dopo aver fatto una meditazione profonda oppure dopo aver eseguito una buona procedura per la purificazione di un luogo. Nell’ambito della geobiologia sacra l’ho ritrovata spesso e con grande piacere anche in altri luoghi sacri, ad esempio davanti all’altare di Notre Dame de la Guerison a Courmayeur (nel 2010) e nel cortile di accesso al pozzo sacro di Sa Testa vicino ad Olbia.

Quest’anno, ai primi di agosto, in occasione di una mia seconda visita con tutta la famiglia,  ho avuto la fortuna di entrare nel santuario, e di prendere alcune misure in più.

All’esterno, la vibrazione complessiva del luogo si può ricondurre a una dimensione molto elevata, che ho dedotto per via radiestesica ma anche cercando di “sentire” l’aura di sacralità in cui è immerso. Il santuario e le energie naturali presenti sono in grado di aprire i centri energetici superiori, in modo da permettere a chi sia minimamente aperto di sperimentare un certo senso di avvicinamento al divino. Sono possibili eventualmente anche processi di trasmutazione e scioglimento dei blocchi energetici. Tutti coloro che hanno lavorano con l’energia sanno che questi processi possono portare a fenomeni di riparazione e di accelerazione della guarigione. Esperienze che sicuramente nella storia in molti hanno vissuto, testimone il gran numero di ex-voto che troviamo all’interno del santuario, comprese le numerose grucce: vedi fig. 2  (entrando nella chiesa si trovano sulla sinistra in alto).

Fig. 2 – le grucce lasciate dai guariti.

Nel santuario

All’interno del santuario ho constatato che le energia più alte si trovano nella parte sinistra, in particolare davanti all’effigie della Madonna con bambino (fig. 4), in cui il tasso vibratorio è leggermente più alto della media del santuario ma il RCT (rapporto cosmo-tellurico. vedi questo post) sale addirittura a 12/10, indicando una grande quota di energia celeste in discesa proprio in quel punto. Forse (ma è solo un ‘ipotesi tutta da verificare) la banda energetica percepita all’esterno passa in diagonale ed energizza la parte destra del santuario?

Fig. 4 – Il punto più “alto” del santuario.

Qualcuno ha esperienze da riportare?

La vibrazione diffusa in chiesa è il Violetto in fase magnetica,  che, nella mia pratica, dal punto di vista emozionale e mentale, è un’energia che può aiutare (si legga bene: non “causare”) il passaggio ad un ordine di coscienza superiore. In altre parole agisce come intensificatore della consapevolezza. Questa caratteristica è assolutamente coerente con le proprietà guaritrici del luogo, in quanto, è bene sempre ripeterlo, non vi è guarigione senza trasformazione interiore.


 

Annunci

Responses

  1. mi spieghi cosa sarebbe l’ RCT?, oppure in quale altro post ne hai parlato? ho trovato molto interessante l’analisi della chiesa. in aggiunta, testando le foto che hai messo, si rileva un ritmo di 2 plus (in relazione alle coppie di colonne) e un minus (nello spazio tra una coppia e l’altra di colonne)…

    Mi piace

    • Sì, mentre scrivevo pensavo che forse avrei dovuto spiegare un po’ meglio. Il RCT (Abbreviazione di Rapporto Cosmo-Tellurico) è semplicemente il rapporto rtra quanta energia di ordine elevato (ossia in grado di far vibrare in risonanza i centri energetici superiori dell’uomo, diciamo dal cardiaco in su: cuore, gola, Ajna (o Terzo occhio), Coronale), in breve “Cosmica” o “Celeste” e quanta energia più di ordine fisico (che stimola i centri inferiori: Solare (o stomaco), ombelicale, Basale), o brevemente, “Tellurica” o “Terrena”. La quota di ciascuna dell due energie è misurata convenzionalmente in dodicesimi, quindi il massimo è 12/12 mentre il minimo … 1/1. Nasce nella radiestesia bretone (vedi libro di Landspurg e utilizzata molto in geobiologia sacra dai francesi e dai belgi in generale.
      Che cosa intendi per “2 plus” e “un minus”? Si tratta di misure di intensità o riguardano la qualità della vibrazione? Fammi sapere, e grazie per il test.

      Mi piace

  2. grazie per la spiegazione sull RCT, ora ho capito.
    i due PLUS e un MINUS sono il ritmo naturale di madre terra. non e’ possibile testarlo col pendolo (troppo lento nelle variazioni)… forse con molto allenamento si puo’ riuscire col biotensor. di sicuro si riesce testando con le mani. dal mio punto di vista il pronaos “risuona” col ritmo della terra grazie ad un preciso progetto costruttivo dell’architettura della chiesa. E proprio lì risuona in quel modo per ri-accordare dal 1° al 4° vortice. In questo modo il fedele puo’, entrando in chiesa, nutrire in modo piu’ completo e armonico i vortici superiori elevandosi meglio al cielo, prorpio perchè ha una maggior stabilità in quelli inferiori (e tutto torna all’equilibrio originario)…
    grazie a te

    Mi piace

    • L’alternanza tra MINUS e PLUS mi ricorda quella che io chiamo “respirazione sottile”, che ho riscontrato anche a St. Orso, vi darò qualche ragguaglio prossimamente, mi piacerebbe provare a testare con te la cosa… mannaggia ci vorrebbe una giornata da 48 ore per fare tutto…ma lo dico con la gioia dell’anticipazione di quante cose belle si possono fare. Come si fa ad annoiarsi?
      Grazie Markho per le tue condivisioni, invito tutti a postare le proprie per valorizzare ciò che ognuno fa, questo spazio è anche per chiunque voglia raccontare le scoperte personali.

      Mi piace

  3. Grazie Administrator . Ho provato anch’io tanta energia positiva al S. di machaby . bellissima esperienza . Andrò nuovamente volentieri . Grazie mille e buon tutto !

    Mi piace

    • Grazie a te, spero ti rivederti presto magari riesco a fare una scappata dalle tue parti…quest’estate è volata via tra i vari impegni. Alla prossima!

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Leggenda o Realtà

Svegliamoci! Non limitiamoci a sentire, Iniziamo a comprendere cosa ci accade intorno...

Crazy Alice in Wonderland

"Il segreto, Alice, è circondarsi di persone che ti facciano sorridere il cuore. È allora, solo allora, che troverai il Paese delle Meraviglie..." (cit.)

Fisica della coscienza

Uno e Uno –fa Uno- Il Due –che smetta di essere usato- Va bene giusto per le scuole-

agoresblog

Ogni pensiero è libertà

MariannaMaior

Sii chi veramente sei

Spirito e Profumi

L'incenso come guida alla scoperta di sé...STAY INCENSED!

Zehsod

Appunti e pensieri sulla Qabalah, la geometria sacra e molto altro

Centro Studi Bruttium

Associazione di Volontariato Culturale ONLUS

KeL

Kabbale en Ligne v.6

MONTEZAGA

Tra amor sacro e amor profano alla ricerca della verità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: